Chi è Michele Macherelli?

L'Ideatore della Granfondo Alto Appennino....

Michele nasce a Firenze il 25 Settembre 1970 e da piccolo si dimostra indipendente impegnandosi al massimo in ogni cosa che fa. Per questo motivo seleziona le sue scelte. Pratica vari sport, Calcio, Nuoto, Basket ed in particolare Podismo e Ciclismo. Partecipa anche a gara di Triathlon.

Diventa donatore di Sangue e si iscrive all'AIDO

Studia presso l'università di Firenze dove consegue la Laurea in Chimica Organica ed inizia a lavorare presso vari ospedali sugli innesti di pelle umana coltivata in laboratorio su grandi ustionati e diabetici

Lo sport è stato sempre importante nella sua vita

Il basket gli piace molto ma quando lo Sponsor della società presso cui gioca, per ambizione, punta ad attività semiprofessionista con la tentazione del risultato immediato, la squadra si scioglie. Arriva così la prima deluzione, era molto veloce come Play-Maker

Dal Basket passa così al Podismo: E' affascinato dal controllo che i maratoneti riescono ad avere sul proprio fisico e sulla fatica. Si allena con costanza e in ogni clima (caldo torrido, vento, neve, pioggia). Per lui NON E' IMPORTANTE VINCERE, ed in questo senso non dava importanza alle competizioni, ma era più importante il PIACERE DI CORRERE, con attenzione al gesto atletico, alla coordinazione dei movimenti con una profonda conoscenza del corpo umano in relazione ad ogni esercizio.

Dopo il Liceo, parte per il servizio militare nel corpo dei Bersaglieri. Qui entra a far parte della squadra di Atletica, che gli procura una posizione di privilegio per le medaglie che vince nelle competizioni e che portano prestigio al Battaglione.

A 22 anni scegli come Hobby il CICLISMO ed entra a far parte di una squadra di semi professionisti, quasi tutti, a differenza sua, però giunti a fine carriera. Questo non era il suo obiettivo cosi dopo 3 anni lascia la squadra in qunato si rende conto di essere in grado, "spremendosi come un limone", di raggiungere ottimi risultati senza le pratiche di DOPING

"PERCHE ALLORA GAREGGIARE?"

"PERCHE' VOGLIO DIMOSTRARMI CAPACE DI PREPARARMI AL MASSIMO, MA NON PER TRARNE DEI VANTAGGI"

In seguito parteciperà ad alcune competizioni ciclistiche, ma come ciclista amatoriale, la bici tornerà ad essere un hobby piacevole ed un mezzo per mantenere la forma fisica.

Le sue destinazioni preferite in bici erano percorsi in mezzo alla natura con profondo rispetto e amore verso gli animali che incontra nei suoi allenamenti, spesso in luoghi poco frequentati ma sempre nuovi, e che studiava preprarando i percorsi a tavoli con l'aiuto di mappe e cartine varie.

QUANDO POTEVA FARE QUESTO ERA FELICE!!

Nel tempo libero si occupava anche dei carcerati e delle loro famiglie.

Entra a far parte del gruppo di EMERGENCY perchè questa associazione umanitaria era quella più vicina ai suoi principi, essendo sempre in prima linea contro ogni forma di violenza e di discriminazione, contro ogni guerra con le conseguenza che ne derivano.

 

MICHELE era uno spirito libero, coraggioso, generoso e leale.

Non si è mai lasciato condizionare da nessuno, da conformismi, o da interessi personali, rifuggiva il Consumismo e tutto ciò che considerava Superfluo.

Aveva uno spiccato senso dell'Umorismo e amava il Teatro, in particolare Edoardo De Filippo.

Le cose più importnti per lui erano la DIGNITA' DELL'UOMO, I DIRITTI UMANI, e la LIBERTA' in tutte le sue forme ed espressioni

 

CIAO MICHELE.....

 

 

foto michele001pfoto michele002pfoto michele003pfoto michele004p

Home